Non solo in fabbrica: i pallet in casa

Pedana, bancale o più semplicemente nel linguaggio internazionale pallet. Indipendentemente da come lo si voglia chiamare, questa struttura in legno nasce in ambito industriale come base per appoggiare ed immagazzinare merci e materiali che venivano poi trasportati tramite dei carrelli grazie allo spazio presente tra le due superfici del pallet stesso.

Ultimamente queste piattaforme stanno avendo un enorme successo in altri campi, differenti da quello della movimentazione delle merci nelle industrie.

Infatti, grazie alla sua resistenza e alla sua duttilità, i pallet sono i protagonisti di un’opera di riciclo attraverso la quale vengono trasformati in oggetti utili per la casa o per la nostra vita in generale. Inoltre i pallet sono anche prodotti eco-sostenibili, economici e facili da trovare sul mercato in qualunque posto viviate.

La sicurezza al primo posto

Quando si ricicla un pallet bisogna solo tener conto di alcuni accorgimenti, utili principalmente per la nostra salute. Sarebbe importante infatti conoscere da dove il pallet viene, da chi è stato utilizzato e soprattutto è stato trattato con delle sostanze dannose.

Infatti in alcuni casi sui pallet viene applicata una sostanza chiamata brumoro di metile, pesticida nocivo per la salute e per l’ambiente, il cui uso è riportato sul pallet stesso con la sigla MB.

Questo problema può essere facilmente risolto affidandosi ad un’azienda che produce pallet o rivolgendosi ad aziende del luogo, per essere sicuri che il pallet che andiamo a riciclare sia pulito e sicuro.

I pallet normalmente usati e quelli che si possono reperire più facilmente sono definiti pallet EUR e hanno una dimensione di 120 cm come lunghezza per 80 cm di larghezza; a questi si affiancano i pallet chiamati Philips che invece sono un po’ più grandi non intermini di lunghezza ma di larghezza misurata in 100 cm.

Inoltre, prima di iniziare a riciclare e a lavorare sul pallet, sarebbe meglio intervenire con della carta vetrata sulla sua superficie per levigarla ed evitare di farsi male con delle schegge, e trattare il pallet stesso con della vernice impregnante che assicura la conservazione del legno contro gli anni e gli agenti atmosferici.

Soluzioni per tutti i gusti

Le soluzioni sono molteplici e dipende da dove vogliamo impiegare il pallet. Se consideriamo l’arredamento esterno, i pallet possono diventare portabici, portavasi, divani, tavolini a terra, altalene, sedie e magazzini per gli attrezzi.

Si potrà perfino ricavare un barbecue usando dei pallet: basterà in questi casi scomporre il pallet per poi ricomporre le sue basi a nostro piacimento e aggiungere delle rotelle in modo da poterlo spostare e metterlo nel punto del giardino che preferite.

Se invece li vogliamo destinare ad uso interno, il pallet sarà utile per creare poltrone, sedie, comodini, doghe per il materasso, scaffali porta bottiglie, appendi panni, librerie, appendiabiti, portachiavi e portafoto.

Le soluzioni più moderne ed innovative vedono la creazione di cucine ad isola, dove i pallet sono l’appoggio sia per il lavandino sia per il piano cottura. In alcuni Paesi, si sono anche sperimentate delle case fatte interamente con i pallet, che chiunque può affrontare in termini di spesa e di costruzione. Di fronte a tutte queste soluzioni ed opportunità non ci resta che munirci di creatività e fantasia e riciclare il nostro pallet.